Fondapi: il 2023 è iniziato con un passo molto diverso dal 2022
Tutti i comparti del Fondo sono in crescita da inizio 2023: +6,67% il Crescita, +3,81% il Prudente e +1,15% il Garanzia
17/08/2023
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

Il 2023 è cominciato con un passo decisamente diverso rispetto al 2022. A sottolinearlo è Fondapi (Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese) in una nota di commento al primo semestre di quest'anno. "Lo scoppio del conflitto russo/ucraino nel febbraio del 2022 ha innescato una crisi energetica senza precedenti, almeno per il nuovo millennio. La crisi energetica ha comportato un vertiginoso aumento dell’inflazione che, tra l’altro, era già in forte crescita dalla fine del 2021 a causa della forte ripresa dei consumi post pandemia. Di fronte a questi eventi, come abbiamo già evidenziato in un passato articolo, le Banche Centrali occidentali non potuto fare altro che avviare una decisa politica monetaria restrittiva. Ne è conseguito un forte aumento dei tassi di interesse per cercare di contenere le spinte inflazionistiche", afferma il Fondo, che poi prosegue: "Anche il 2023 si è rivelato un anno estremamente movimentato. Oltre i timori di un’escalation del conflitto in Ucraina sono insorti altri eventi destabilizzanti. Su tutti il fallimento della Silicon Valley Bank, il salvataggio di Credit Suisse, il perdurare e l’inasprimento delle politiche monetarie e un’inflazione che, pur essendo diminuita, rimane sempre su valori elevati e di molto superiori al 2%/2,5% indicativo di un’economia in salute. Nonostante ciò, i mercati finanziari sembrano avere un atteggiamento positivo per il futuro e hanno ripreso a crescere. A iniettare fiducia nel sistema sono alcune variabili macroeconomiche che, al momento, sono sopra le aspettative. Infatti, il tasso di disoccupazione e la stabilità di spesa dei consumatori, negli ultimi mesi, hanno mantenuto livelli positivi fugando i timori di una possibile recessione", evidenzia Fondapi.
In questo contesto, anche i comparti di investimento del Fondo pensione dei lavoratori delle Pmi hanno performato molto bene. Il primo semestre si è, infatti, chiuso con tutti i valori quota in rialzo rispetto a dicembre 2022. Nel dettaglio, il comparto Crescita è cresciuto del 6,67%, il Prudente è avanzato del 3,81% e il comparto Garanzia dell'1,15%.

© 2024 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->